Genova, allarme bomba Piazza Dante. Terzo episodio della settimana

ā€¨

Nuovo falso allarme bomba a Genova. Questa volta alle prime ore del mattino quando vigili del fuoco e forze dell'ordine hanno transennato la strada e bloccato il traffico in Via Dante. Tutto è iniziato con una telefonata che segnalava una valigetta sospetta davanti alla sede della Banca d'Italia, nel pieno cuore del capoluogo ligure. Ecco allora che la macchina delle forze dell'ordine si è messa in moto. Dopo alcuni minuti di valutazioni, sono intervenuti gli artificeri. La valigetta sospetta è stata fatta brillare. Questa normalissima 24 ore da lavoro non conteneva nulla di pericoloso. Si tratta dell'ennesimo falso allarme a Genova, il terzo dall'inizio di questa settimana. Lunedì infatti un altro zaino sospetto nella stazione metropolitana di Sarzano, mentre martedì stesso identico episodio a Brignole. A Genova, dalla metà di dicembre ad oggi, ci sono state ventotto segnalazioni di sospetti ordigni. Stazioni, caserme, parchi pubblici, uffici postali, scuole, enti, persino per due volte il palazzo del Comune. L’elenco è lunghissimo. E anche se, alla fine, si sono rivelati tutti falsi allarmi, hanno comunque costretto ad evacuazioni di edifici, di strutture pubbliche e a chiusure del traffico, creando enormi disagi. Su questa lunga serie di segnalazioni indagano ora i carabinieri. Il sospetto delle forze dell’ordine è che questi allarmi non siano soltanto frutto del momento di psicosi dovuto alla minaccia terroristica islamica. Giorno dopo giorno, si sta facendo largo l’ipotesi che ci sia qualcuno che si diverte a lasciare trolley o valigie sparse per la città per creare disagi. Indagini in corso, mentre gli allarmi si susseguono sempre più frequentemente.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 7 / 4 / 2017

ā€¨

Articoli simili