La Samp si ferma a Bergamo. L'Atlanta passa 2 a 0

 

Non bastano 75 minuti di guerra sul verde di Bergamo per permettere alla samp di uscire indenne contro un'Atalanta che numeri alla mano è ora come ora la squadra più in forma d'Italia e una vera e propria macchina in campionato dove ha vinto sin qui tutte le partite post pandemia. Ranieri cambia poco rispetto alla squadra in grado di umiliare la Spal a Marassi e chiede gli straordinari a Gabbiadini, bergamasco doc, in avanti e al duo difensivo Colley Yoshida, che per quasi tutta la partita tiene a bada le insidie a dir poco letali del trio Gomez, Ilicic Zapata.

Quasi, appunto, perchè nel finale il colpo di testa di Rafael Toloi supera infine un sin lì ottimo Auderoe pochi minuti dopo è la botta da fuori dell'ex avvelenato Muriel a chiudere i giochi. Per il colombiano è addirittura il gol numero otto da subentrato in stagione.

In mezzo tante occasioni per la dea certo, ma anche per i blucerchiati, con Gabbiadini e Linetty entrambi vicini al gol così come Jankto sul risultato di zero a zero. Ranieri può comunque trarre giovamento dalla gara gagliarda e battagliera dei suoi contro una squadra molto aggressiva e determinata. Anche in panchina inevitabili le scaramucce verbali con un Gasperini ancora in clima derby. L'arbitro Giua, dopo aver ammonito entrambi i tecnici, ha poi espulso lo stesso Ranieri, che commenta con sarcasmo il fatto.



Pubblicato il 9 / 7 / 2020