Torino - Sampdoria, la sfida dei tanti ex

Allenamento mattutino per la Sampdoria. Non è il momento di fermarsi, soprattutto dopo la sconfitta rimediata contro il Crotone non ancora digerita dal tecnico Marco Giampaolo e dalla società. Sabato i blucerchiati saranno impegnati nella trasferta contro il Torino, una partita che dovrebbe restituire le giuste motivazioni alla squadra. I granata guidati da Sinisa Mihajlovic si trovano adesso a 3 punti in classifica dalla Samp al nono posto, obiettivo dei blucerchiati in questo finale di stagione. Nella sfida di andata la squadra di Giampaolo si impose per 2-0 contro i granata lanciati verso la zona Europa. Oggi le due squadre lottano per piazzarsi al nono posto in classifica che assicura maggiori introiti dal punto di vista dei diritti televisivi. Il momento di forma delle due squadre sorride ai padroni di casa che nelle ultime tre partite hanno ottenuto sette punti. La Samp però ha bisogno di reagire dal calo di tensione e motivazione delle ultime giornate, dove sicuramente i tifosi si aspettavano di più. Torino – Sampdoria sarà anche la sfida dei tantissimi ex. I tifosi blucecrhiati non hanno mai dimenticato il tradimento di Mihajlovic quandò lasciò Genova per approdare al Milan per fare il salto di qualità ma con scarsi risultati. La Samp ritroverà anche De Silvestri e Castan, due elementi partiti in estate e andati incontro alla stagione peggiore delle proprie carriere. Tra le fila della Sampdoria, Quagliarella ritroverà la sua ex squadra. Con la maglia blucerchiata l'attaccante stabiese non ha ancora trovato la rete contro i granata, ci riproverà ma nel caso tratterà l'esultanza per rispetto. Infine la sfida di sabato rappresenterà anche un importante duello a distanza tra Giampaolo e Mihajlovic. Il serbo su 7 incroci contro l'attuale tecnico blucerchiato ha vinto solo una volta. Giampaolo è deciso a portare avanti questo tabù, questa volta lottare con le unghie e con i denti sarà obbligatorio.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 26 / 4 / 2017