La Liguria e la fase 4

Tutte le Asl entreranno nella fase 4 del piano incrementale entro 72 ore per quanto riguarda i letti a media e bassa intensità di cura, non quelli di terapia intensiva.per i quali la fase 4 è ancora lontana. 

All’ospedale San Martino è in corso la conversione integrale a Covid del Padiglione 12 (per un totale di 3 piani di cui il 3º già convertito). È già integralmente convertito a Covid il Padiglione 10 e sono in corso le conversioni a Covid del Padiglione Maragliano (1º piano già attivo) e del Padiglione 40 (20 posti letto). A regime ci saranno qui ulteriori circa 300 posti letto.

“Da questa  sera - dichiara il Governatore ligure Giovanni  Toti - saranno chiusi i punti di primo intervento di Cairo Montenotte e Albenga (Cairo diventerò degenza pazienti non Covid, mentre Albenga sarà convertito a ospedale Covid)”.

“Inoltre – prosegue Toti  - sta partendo un piano di assunzioni, effettuate in modo centralizzato dall’ospedale San Martino. Il personale verrà poi dislocato a seconda delle necessità. È prevista l’assunzione di 580 infermieri, 34 anestesisti, 2 pediatri specializzandi, 8 medici di Medicina d’urgenza, 2 tecnici di radiologia e 6 specializzandi del penultimo e dell’ultimo anno. È inoltre in corso un avviso per 18 posti totali nei settori chirurgia, accettazione d’urgenza, medicina interna, endocrinologia e un concorso per 5 infettivologi.

Queste assunzioni si aggiungono a quelle già effettuate, che ammontano, al 22 ottobre, a 882 unità, di cui: 343 medici, 223 infermieri, 316 professionisti di restanti qualifiche (tecnici di laboratorio, tecnici radiologi, oss e altre). Oggi aprirà un nuovo punto Drive through a Cornigliano, che andrà ad aggiungersi a quelli già attivi alla Commenda di Pre’ e in Valpolcevera”. conclude Toti

 



Pubblicato il 27 / 10 / 2020

Articoli simili