Genoa, Juric studia nuove soluzioni

Allenamenti blindati ad Acqui Terme. Secondo giorno di lavoro nella cittadina piemontese per il Genoa che sta cercando di estraniarsi dalla critiche che arrivano dal capoluogo ligure. Domenica la posta in gioco contro l’Inter sarà elevata, vietato sbagliare. Questa pressione dovrà essere incanalata per trovare le giuste energie in un momento difficile. Conterà soprattutto la mentalità, quell’aspetto che il Genoa sembra aver smarrito. Anche le scelte del tecnico potranno risultare decisive. Juric contro i nerazzurri dovrà fare ameno di un uomo chiave come Laxalt, squalificato. Al suo posto finalmente scenderà in campo da titolare Beghetto, su cui le aspettative dei tifosi sono elevate.

L'allenatore vuole dare una scossa anche alla difesa che sembra aver perso solidità. Crescono le quotazioni di Biraschi, altra pedina uti.lizzata con il contagocce nel corso della stagione. La buona notizia riguarda il recupero di Ntcham. Il francese sarà in panchina, pronto a subentrare come jolly nel corso della sfida, ma rimane comunque in ballottaggio pe run posto da titolare nonostante la forma fisica non ottimale. Tutti sono sotto accusa. In ritiro Juric ha provato varie alternative di gioco mischiando le carte. L'ipotesi del collaudato 3-4-3 è la più accreditata, ma non è da escludere neanche l'impiego di un più difensivo 4-2-3-1. da Acqui ciò che lascia ben sperare è l'intensità e la voglia dimostrata dsi giocatori in allenamento.

Un occhio domenica andrà inevitabilmente anche agli altri campi di serie A. Il Pescara ospiterà il Crotone. Questa sarà la sfida più delicata di giornata da cui passeranno i sogni di salvezza dei calabresi. Attenzione anche all’Empoli che sfiderà il Bologna e che, come ammesso dal centrocampista Croce, ha messo nel mirino proprio i rossoblu.

"Il Genoa? Anche loro sono in ballo. La nostra ambizione è cercare di superare loro."

Alessandro Bacci



Pubblicato il 5 / 5 / 2017

Articoli simili