Il M5S chiede chiarimenti sulle riaperture delle scuole

Nonostante la nostra regione sia in zona gialla, il Presidente di >Regione Liguria Giovanni

Critico il M5S che non acetta queste continue promesse mancate e lo comunica attraverso un comunicato stampa. 

“Era il 7 gennaio, ma sembra passata un'eternità: il governatore Toti dalla sua pagina Facebook annunciava trionfale il ritorno in classe per gli studenti delle superiori. “Di qualsiasi colore sarà la nostra Regione, i ragazzi delle superiori torneranno in presenza, un piccolo ritorno alla normalità”, aveva infatti scritto”, ricordano i consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle .

“Cos’è successo in questi quattro giorni? Oggi i ragazzi delle superiori in Liguria non sono tornati in classe. Perché il presidente Toti si è così platealmente smentito? E perché, invece di assumersi le proprie responsabilità, decide di attaccare la ministra Azzolina?”, chiedono.

“Le Regioni, tutte, il 23 dicembre hanno firmato un piano per il rientro in classe delle scuole superiori. Un impegno preciso che poi la Liguria ha invece disatteso. Eppure, grazie anche al lavoro dei Prefetti, provincia per provincia, sono stati decisi nuovi scaglionamenti negli ingressi a scuola e potenziate le linee di autobus nelle fasce interessate”.

“Il Governo ha trovato le soluzioni e autorizzato il rientro. Toti faccia la sua parte. Non è pensabile vedere ragazzi il pomeriggio al centro commerciale ma non a scuola la mattina”, concludono.

Pronta la risposta del gruppo regionale di Cambiamo!

"Sentire il Movimento 5 Stelle che pontifica in maniera del tutto casuale e inopportuna non è certo una novità che colpisce, ma fa specie, questo sì che i consiglieri grillini si azzardino a parlare di ritardi e di contraddizioni. Risulta chiaro come, in politica, ognuno abbia il diritto di tirare acqua al proprio mulino, ma crediamo che bisognerebbe comunque mantenere una parvenza di dignità, anche quando si prova (con risultati pressoché nulli) a mettere in difficoltà l'avversario. Considerando, tra l'altro, che i dati sono cambiati dal 7 di gennaio e l'Istituto Superiore di Sanità ha detto che nei licei aumentano i contagi, possiamo sostenere tranquillamente che si tratti dell'ennesima uscita senza senso".

"Sentir dire 'Il Governo ha trovato le soluzioni, Toti faccia la sua parte', sono frasi che risultano inaccettabili da ascoltare anche per il più sprovveduto degli uditori. - continua il gruppo consiliare arancione - I consiglieri del Movimento 5 Stelle in Liguria, evidentemente non paghi di un risultato elettorale che li ha visti tornare con merito tra i banchi dell'opposizione, difendono l'indifendibile e finiscono per raccontare l'ennesima fandonia, alla quale nessuno ormai crede più".

"Provare a difendere l'operato del ministro Azzolina e del ministro Speranza è qualcosa di veramente incomprensibile, per non dire autolesionistico. - concludono i consiglieri regionali di maggioranza - Tra banchi a rotelle, uscite a vuoto e sostenitori della chiusura a oltranza di qualsiasi attività, siamo sicuri che gli elettori liguri (e mica solo loro) ne abbiano le tasche piene di questo governo e di chi lo compone. Quelli sì speriamo, il prima possibile, di vederli in giro per qualche centro commerciale: siamo certi che farebbero meno danni che in Parlamento".

 



Pubblicato il 11 / 1 / 2021

Articoli simili