Segno positivo per l'edilizia ligure

Il superbonus del 110%, accolto da molte amministrazioni di caseggiati per poter procedere al ripristino di facciate, tetti, risparmio energetico dei palazzi. ha riportato il segno positivo per le aziende edili liguri. Una misura fortemente voluta dal M5S che così commenta i dati in un comunicato stampa. 

“Al temine di un anno durissimo che sarà ricordato per lo scoppio della pandemia da Coronavirus, il settore delle costruzioni, grazie alla misura del Superbonus 110% voluta dal MoVimento 5 Stelle, mostra la sua resilienza con un saldo positivo tra le imprese cessate e le nuove nate sia a livello nazionale che nelle quattro province liguri. A livello regionale, sono 267 le aziende edili nate con un saldo positivo dell’1% rispetto al 2019. A livello nazionale, invece, parliamo di 10.180 nuove realtà imprenditoriali edili, con un incremento dell'1,23% su base annua”. Così, il capogruppo regionale Fabio Tosi commentando i dati nazionali.

“Nonostante il contesto fortemente compromesso dal lockdown, i dati confermano la bontà dell'intuizione che il MoVimento 5 Stelle ha avuto nel mettere a punto una norma dai tanti aspetti benefici in campo ambientale e sul piano del lavoro. Il Superbonus 110% rappresenta la misura simbolo della nostra visione, un esempio di norma utile al tempo stesso per le famiglie, per le imprese e l'occupazione e per l’ambiente. Proprio oggi, il Governo ha anche messo a disposizione dei cittadini un sito internet dedicato, al quale poter inviare richieste di chiarimento sulla sua applicazione” spiega Tosi.

Che poi conclude: “Superato lo scoglio di questa crisi di Governo insensata, auspico si possa lavorare per estendere ancora di più la portata e la durata di questa norma, centrale per il rilancio dell'economia e per improntare su questo approccio anche il lavoro di messa a punto ulteriore delle misure contenute nel Piano nazionale per la ripresa e la resilienza”.



Pubblicato il 21 / 1 / 2021

Articoli simili