Crisi di Governo: Zingaretti espone la linea del Pd

Ieri il segretario del Pd Nicola Zingaretti nella sua relazione introduttiva alla

replique montre

"Il Pd è il pilastro della politica responsabile e del primato del bene comune. E' tornato ad essere una certezza. Questo non significa staticità, accomodamento, passività. Piuttosto promozione e affermazione di contenuti di innovazione che spingano verso un Italia nuova. E un modello di sviluppo fondato sulla sostenibilità sociale e ambientale. Questo oggi significa responsabilità.
Questa è la condizione di ogni vera stabilità e questo è ciò che si attendono il mondo del lavoro, le imprese e le famiglie. Le donne, i giovani, ogni settore produttivo, la rete dei servizi, le imprese sociali, del commercio e centinaia di migliaia di partite iva. - ha detto Zingaretti - Non abbiamo nessuna intenzione di chiuderci nelle nostre stanze a cercare un governo a qualunque costo. Non è questa la nostra storia e non è questo che serve alla nazione.
Prendiamoci cura dell'Italia e credo che la cura giusta sia un governo di legislatura, europeista, repubblicano, che rilanci lo sviluppo, socialmente giusto e attento agli ultimi.

Questa crisi non l'abbiamo voluta noi. Ne avremmo fatto volentieri a meno.
L'Italia può e deve guarire. E i fondi del Recovery Fund sono la più grande opportunità che ci permette di sperare e di camminare verso la guarigione. 

Il Partito democratico ha una sola parola ed esprime un nome come possibile guida di un nuovo governo di cambiamento. Quello di Giuseppe Conte.

Ma sarebbe insufficiente affidarsi ad un nome se in questi giorni tutti, sottolineo tutti, non compiono un atto di generosità nei confronti dell'Italia facendo un passo in avanti.

 



Pubblicato il 28 / 1 / 2021

Articoli simili