Rimodulazione della TARI per tutto il 2021

Questa la proposta di Stefano Balleari, capogruppo in regione di FdI. 

La situazione della ristorazione ligure versa in gravi condizioni e molte attività, se non supportate, potrebbero anche chiudere. 

“I ristoratori ed i baristi hanno voglia di ripartire e per fare questo sono disposti a investire nuovamente per garantire ai loro clienti la massima sicurezza, ma hanno bisogno della garanzia le regole ci siano e valgano per tutti e sempre – così commenta la sua interrogazione in consiglio regionale Stefano Balleari – Nei giorni scorsi mi sono incontrato più volte con le rappresentanze dei ristoratori liguri, con loro ho parlato a lungo, ascoltato le richieste e le problematiche. Da questi incontri è venuta fuori una richiesta comune da parte di tutti: regole certe”.

Con le prime giornate belle e di caldo, con quasi tutta la penisola in zona gialla e dopo mesi di clausura, si è visto come bar e ristoranti siano stati presi d'assalto dagli italiani. Tutte le immagini dei media erano eloquenti e mostrano come la voglia di uscire e di socializzare sia tanta, per questo si sta pensando ad una parziale o totale riapertura alla sera. Su questo i ristoratori hanno dato piena disponibilità per vedere e rivedere le misure di sicurezza adottate e da adottare.

“Ho trovato una disponibilità totale – continua Stefano Balleari – sia per quanto riguarda le norme che le modalità per la ri-apertura serale, l'unica certezza che chiedono è quella delle regole. La categoria della ristorazione non può assolutamente permettersi ingenti investimenti senza sapere che questi servano per lavorare, in questo senso hanno già dato molto ricevendo poi in cambio regole che cambiavano ogni 15 giorni senza poter programmare nulla”.

 “Ho chiesto – specifica Stefano Balleari – che la conferenza delle regioni trasferisca in Conferenza Unificata la richiesta d'intervento presso ARERA al fine di rendere sostenibile l'equilibrio nel PEF (piano economico finanziario dei comuni) e di posticiparne l'approvazione acciocché gli enti locali possano applicare tariffe inferiori. Come ex amministratore locale capisco che l'equilibrio delle finanze sia integro, ma non per questo si può essere timidi nelle richieste. Basta farle nella maniera corretta”.



Pubblicato il 8 / 2 / 2021

Articoli simili