Pronto Soccorso ingolfati

www.hellenhandbags.com

E' stato firmato un accordo con Confindustria Genova, Confcommercio salute e Lega Cooperative: la Liguria è la prima regione ad aprire le vaccinazioni a privati e farmacie. Grazie a questo aiuto e all'apertura, lunedì prossimo, del primo grande hub alla Fiera di Genova, si dovrebbe  un aumento significativo della capacità vaccinale già dalla prossima settimana.

Il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del punto stampa di aggiornamento quotidiano ha così commentato: "Già nel corso della  prossima settimana aumenteremo di qualche migliaio di vaccini, avvicinandoci all'obiettivo di 13mila vaccini al giorno dato dalla struttura commissariale una volta che saremo a pieno ritmo, soprattutto quando arriveranno i vaccini che devono arrivare perché ora confidiamo di colmare il gap tra consegnato e somministrato in poco tempo. Sono particolarmente orgoglioso di questo accordo perché è il primo firmato a livello nazionale. Anche le farmacie apriranno lunedì i loro punti vaccinali e si aggiungeranno allo straordinario lavoro dei medici di medicina generale che solo oggi hanno fatto 3000 vaccini".
"Secondo i dati dell'ultimo report,  la Liguria sarebbe l'unica regione del Nord Italia in fascia gialla, con RT a 1 e con scenario di rischio basso: non lo siamo per il decreto Draghi che congela la fascia gialla fino al termine delle vacanze pasquali, ma il dato è comunque confortante. La provincia dove si registra il più alto numero di contagi è la provincia di Savona che, come è stato nelle settimane scorse nell'imperiese,  ha un'incidenza superiore alla media regionale."
"Il cluster ospedaliero di Lavagna pone problemi importanti - ha detto in conclusione - Non è facile utilizzare personale non vaccinato su mansioni non a rischio contagio: non sapremmo come impiegare infermieri e oss, e come noto non largheggiamo in quelle figure professionali. Ne ho parlato a lungo ieri con il ministro Speranza, che mi ha detto che all'interno del governo c'è una riflessione in corso sull'obbligatorietà per talune categorie, soprattutto ospedaliere. Alla luce della necessità di proteggere i cittadini potrebbero esserci i presupposti legali e politici, ma chiaramente serve una legge nazionale perché rischiamo il caos nei nostri ospedali".



Pubblicato il 26 / 3 / 2021

Articoli simili