Genoa, Juric: "Voglio costruire un grande Genoa"

Si è presentato finalmente sorridente Ivan Juric in conferenza stampa. La vittoria contro il Torino ha posto la parola fine al capitolo salvezza: "Mi sento come se avessi avuto un peso che se ne è andato via, più che una contentezza vera e propria. Ho scoperto tante persone che mi vogliono bene anche in società e che mi sono stati vicini"

Dopo gara Palermo però sembrava un obiettivo difficile da raggiungere "I giocatori hanno preso un sacco di insulti dopo quella gara, ci era mancata la malizia. Purtroppo avevano dimostrato di non esser capaci a gestire le cose. Come accaduto nel secondo tempo contro il Chievo oppure a  Palermo. Quando andiamo a gestire le cose, non ne siamo capaci. Oggi grandissima prestazione contro un Toro che mai ha tirato in porta. Sono contento per i giocatori, non sono pezzi di m.. ma semplicemente sono troppo buoni. Non era facile giocare bene oggi senza frenesia".

Stadio pieno e tifo alle stelle."Oggi è stato bellissimo, una grande giornata per tifo, per atmosfera e per lo stadio pieno. Tutta un'altra cosa rispetto a due mesi fa".

Cori anche ad personam e un futuro tutto da scrivere. "Io sono un po' presuntuoso. Lo scorso anno ho vinto la serie B, quest'anno abbiamo fatto un girone di andata grande ereditando una squadra plasmata da Gasperini che è uno dei migliori allenatori italiani ma senza Suso Ansaldi e Dzemaili e una media punti nella quale avremmo meritato qualcosina in più. Poi abbiamo commesso errori da gennaio in poi anche miei. Non è stato facile lavorare. Vorrei costruire un grande Genoa. Decidere chi prendere, come lavorare se possibile. Se invece non sarà possibile sarò comunque contento".

Infine una battuta sul presidente Preziosi. "Il presidente ci è stato vicino, si è preso colpe sue ma anche quelle di altre  persone. Lui ha fatto meno errori di altri. Sicuramente sarà contento".



Pubblicato il 22 / 5 / 2017