La partenza dell'hub vaccinale in Fiera

E' partito ieri, non senza polemiche l'hub vaccinale in Fiera nel padigliorne blu Jean Nouvel.

Le persone che dovevano essere sottoposte all'inoculazione del vaccino si sono ritrovate in coda all'esterno e si sono, di conseguenza, verificati assembramenti. 

L'altra polemica ha interessati i medici di famiglia  a cui è stato impedito di calendarizzare nuove prenotazioni per tutto il prossimo mese. Addirittura, giovedì sera, una mail inviata a tutti i dottori di Asl 3 ordinava di cancellare due terzi degli appuntamenti già fissati dal 29 marzo al 30 aprile.

Si è passati da 240 vaccinazioni al giorno per distretto sanitario a un massimo di 80, per un totale di oltre 4mila forfait nell’intero periodo.

“Senza mezzo criterio per capire quali prenotazioni mantenere e quali no. Se ne lavano le mani, prima o poi ci daranno fuoco agli studi. Tutto per avere le dosi e fare bella figura alla Fiera lunedì mattina”, si sfogava in chat un giovane medico.

Asl 3 ha cercato di risolvere il problema  garantendo che gli appuntamenti già fissati saranno coperti con dosi di vaccino Pfizer. Ma per tutti i medici di base liguri è diventato impossibile bloccare nuovi slot fino al 30 aprile. 

La differenza sostanziale riguarda  il rimborso:  ai medici di famiglia è di 6,16 euro a dose iniettata (12,32 per un ciclo vaccinale completo), quello, forfettario, garantito a privati e farmacisti per la doppia dose raggiunge i 17,50 euro. Così una farmacia può permettersi di offrire ai medici 4mila euro al mese (o 250 al giorno) per vaccinare i suoi clienti (è richiesto un minimo di 96 vaccini a giornata). Il contratto – attraverso agenzia interinale – dei professionisti che lavoreranno in Fiera per conto delle aziende private prevede un totale mensile di 4.249 euro, al netto di indennità e straordinari.

Chi, invece, è soddisftto dell'operazione è il Governatore ligure Giovanni Toti che in un comunicato stampa manifesta la soddisfazione per il nuovo piano vaccinale.

"L'avvio dell'hub vaccinale nel padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova ha consentito di aumentare sensibilmente le somministrazioni  e le operazioni si sono svolte secondo le attese, con soltanto qualche momento di rallentamento nel pomeriggio. Raccomando, ai cittadini che verranno di presentarsi in orario ma non in anticipo e di evitare discussioni sulla tipologia del vaccino, che non è una scelta nella disponibilità del personale medico addetto.

Con l'avvio delle vaccinazioni in 52 farmacie, - prosegue Toti -  e nell'hub di San Benigno supereremo agevolmente quota diecimila. Le prenotazioni tramite farmacia  sono state più di duemila. Sono 14.091 gli ultravulnerabili prenotati e 39.702 i prenotati della fascia 75-79. Stasera dalle 23 sarà possibile prenotare invece la fascia 70-74 sul portale prenotovaccino.regione.liguria.it e poi  si potrà continuare con gli altri canali (sportelli cup, farmacie, numero verde dedicato 800 938 818). Siamo arrivati al 79% del somministrato sul consegnato. Il Generale Figliuolo, per garantire la programmazione , ha acconsentito ad anticipare alla regione una quota di 5000 vaccini Astrazeneca. Abbiamo fatto una lunga riunione con lui e con i suoi collaboratori, con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio e la nostra task force regionale. Abbiamo concordato che la programmazione è sufficiente per arrivare ai 13.000 vaccini al giorno a partire dal 10 aprile."
 



Pubblicato il 30 / 3 / 2021

Articoli simili