Genoa, tra presente e futuro

“Ripartiamo da Juric”. Il presidente Enrico Preziosi una volta raggiunta la salvezza del suo Genoa ha confermato di fatto il tecnico croato per la prossima stagione. Nel prossimo campionato la scoietà rossoblu farà a meno invece di Fabrizio Preziosi, figlio del presidente, e di Omar Milanetto, entrambi soggetti a pesanti critiche da parte della tifoseria nel corso degli ultimi mesi. Il prossimo passo sarà quello di trovare un possibile compratore. Il desiderio di Enrico Preziosi è quello di cedere il club. Un mese è la scadenza fissata dal presidente rossoblu per capire se il club potrà essere ceduto, se arriverà un altro socio o se dovrà andare avanti con le proprie forze. Il patron del Genoa ha smentito tutte levoci emerse fino a questo momento su possibili acquirenti, ma ha confermato che presto potrebbero esserci novità. Questo sarà il tema caldo in casa rossoblu nelle prossime settimane. Intanto a Pegli si respira un clima di festa come non si vedeva da tempo. Il sollievo per il pericolo scampato, per la retrocessione evitata all'ultimo respiro, ha liberato le menti dei giocatori. E così il Genoa si presenterà a Roma per il Totti Day senza nulla da perdere e con la voglia di chiudere il campionato con una buona prestazione. Per Ivan Juric problemi in attacco. Simeone è ancora alle prese con un problema alla caviglia. Il Cholito è sceso in campo contro Palermo e Torino forzando un po' la situazione, per questo è molto probabile che a Roma l'argentino rimarrà a riposo. Anche Mauricio Pinilla non è al meglio. Juric ha così a disposizione il solo Goran Pandev in attacco, ma il tecnico è stuzzicato anche dall'idea di concedere spazio anche a Pietro pellegri, il più giovane esordiente della storia della serie A. Insomma Genoa tra presente e futuro. C'è attesa per l'ultimo capitolo di un campionato da dimenticare, poi si capirà quaòle sarà il destino dei rossoblu nella prossima stagione.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 25 / 5 / 2017