Proposta pilota di rigenerazione Caruggi

E' stata presentata la proposta pilota di rigenerazione caruggi per il finanziamento da parte del ministero delle Infrastrutture e mobilità sostenibili nell’ambito del PINQuA - Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare -  elaborata dalla Direzione Rigenerazione Urbana, Urban Center e Centro Storico del Comune di Genova, comprende 19 progetti definitivi del Piano integrato per il Centro Storico.

Inviata al ministero delle Infrastrutture e mobilità sostenibili-Mims la richiesta di finanziamento per 19 progetti strategici per la rigenerazione urbana del Centro Storico di Genova nell’ambito del bando PINQuA - Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare. Per i 19 progetti, dell’importo complessivo di 87,7 milioni, è stato richiesto dal Comune di Genova un finanziamento per 87,5 milioni. I progetti si inseriscono in un ambito di 95 ettari di contesto urbanistico, comprendendo la parte a monte del municipio Centro Est, Prè, Molo, Maddalena, lambendo San Nicola e San Vincenzo.

Gli interventi individuati per la richiesta di finanziamento si articolano su cinque ambiti tematici: verde urbano, spazi urbani, percorsi accessibili e sicuri, spazi sociali e culturali, abitare sociale.

La proposta pilota si inserisce, inoltre, nel piano degli interventi di rigenerazione urbana già in atto come il Waterfront di Levante e l’Hennebique».

A supporto della strategia rigenerativa degli interventi ci sono anche quattro misure già varate nel contesto del Piano Caruggi che integrano il Programma: l’amministrazione condivisa come strumento di governance degli interventi sugli spazi pubblici e comuni; il percorso di coprogettazione per lo sviluppo di un progetto di comunità nel Sestiere del Molo con la costituzione di un Patto di sussidiarietà; l’acquisizione di immobili da privati da parte dell’amministrazione comunale e la mappatura di tutto il piano strada del Centro Storico.

Gli interventi:

  • Riqualificazione di piazza Sarzano e zone limitrofe (3,6 milioni di euro)
  • Restauro delle Mura della Marina e valorizzazione del percorso (2,365 milioni di euro)
  • Restauro delle Mura delle Grazie e valorizzazione del percorso (5,085 milioni di euro)
  • Restauro delle Mura di Malapaga e valorizzazione del percorso (2,455 milioni di euro)
  • Completamento dell’asilo notturno al Massoero (5,385 milioni di euro)
  • Restauro e valorizzazione del parco di Villetta Di Negro e della Casa del giardiniere (2,47 milioni di euro)
  • Restauro, recupero e risanamento strutturale di copertura, miglioramento microclima e arredo urbano di Galleria Mazzini (7,33 milioni di euro)
  • Recupero del polo culturale del Castello d’Albertis (910 mila euro)
  • Albergo dei Poveri: restauro e risanamento conservativo della strada interna per un nuovo percorso urbano tra Università, città e parco di valletta Carbonara (5,72 milioni di euro)
  • Recupero e valorizzazione del parco di valletta Carbonara all’Albergo dei Poveri (10 milioni di euro)
  • Recupero degli edifici Erp di proprietà Arte (via del Colle, via Ravecca, vico Coccagna, vico Noli, vico Assereto, vico del Cioccolatte, vico del Fico; di proprietà del Comune di Genova (salita del Prione, via del Colle, vico del Dragone, via Prè, vico Salvaghi, vico Indoratori; di proprietà Arte per altre forme di gestione (Maddalena e zone limitrofe, vico Damiata, vico della Lepre, via del Molo, via di Santa Croce, vico Angeli, vico della Neve, via dei Giustiniani, via Ravecca) (8,196 milioni di euro)
  • Nuova edilizia residenziale sociale negli edifici 12 e 14 di via Prè (1,5 milioni di eu- ro)
  • Riattivazione diffusa di locali ai piani terra con acquisto e riqualificazione per scopi socio-culturali in vico Vegetti, via di San Bernardo e via Chiabrera (2,74 milioni di euro)
  •  Nuovo hub per l’abitare sociale Tabarca e Metellino (18,56 milioni di euro)
  •  Percorsi Peba con incremento dell’accessibilità urbana per persone con disabilità (671 mila euro)
  •  Innovazione tecnologica nel controllo degli accessi e stazionamento dei veicoli (3,78 milioni di euro)
  •  Innovazione tecnologica per la sicurezza con controllo accessi pedonali (3,78 milioni di euro)
  •  Percorsi e parco dell’Acquasola (1,98 milioni di euro)
  •  Realizzazione del Condominio etico della Posta Vecchia (3,81 milioni di euro).


Pubblicato il 19 / 4 / 2021

Articoli simili