Progetto rotonda di Carignano

Due medie strutture di vendita e un edificio residenziale completati  da due aree verdi e da   152 di posti auto divisi tra pertinenze delle attività commerciali e stalli  privati.

Questi sono i primi dettagli emersi dalla ipotetica   progettazione  degli spazi della rotonda di Carignano che  sarà posta in votazione durante la seduta del consiglio comunale di oggi. 

Un supermercato di media grandezza  da 1800 metriquadrati dedicato ai prodotti alimentari ed una seconda, più piccola, attività commerciale  da 900 metri quadrati di superficie utile per 750 di superficie netta non legata, probabilmente, alla ristorazione. 

Inoltre si prevede la creazione di due grandi giardini pensili ricavati sulle  coperture dei nuovi edifici che ospiteranno spazi commerciali e possibili residenze.

 

Il progetto è  firmato dallo studio genovese Ferrera Architetti ed  è stato presentato dalla Pix Development, già vincitrice del bando per la cessione dell’ex Mercato del Pesce.  

82 saranno i  parcheggi per il supermercato e 18 quelli  privati ad uso pubblico per il negozio: le due strutture avranno accessi separati e saranno separati dalla strada da una zona verde costituita da alberature, così come l’area parcheggio. 

Diversi  gli accessi alle strutture: per il parcheggio del supermercato saranno predisposti varchi in corso Saffi e in via Rivoli, mentre il parcheggio della struttura di vendita non alimentare sarà in  via Gavotti.

Scettica sul progetto la consigliera comunale Pd Cristina Lodi che ha così commentato sulla sua pagina facebook:

"Dopo aver richiesto il progetto, dopo non averlo discusso in Commissione, dopo non averlo ricevuto come accesso agli atti, dopo averlo scovato negli atti del Consiglio di domani, è svelato l'arcano.

Due MSV: una alimentare non superiore ai 1800 mq e una non alimentare non superiore ai 900 mq.

E non si dice da nessuna parte che saranno trasferimenti di strutture di vendita esistenti.

E non sono state audite le Associazioni di categoria del commercio e le Associazioni del territorio. E nemmeno le organizzazioni sindacali.nDel resto era già tutto deciso, perché spiegare o chiedere?Domani in Consiglio Comunale la votazione. Proverò a chiedere impegni diversi."

Oggi in consiglio la votazione anche se sembra molto difficile avere un voto contrrio visti i numeri della maggiornza. 



Pubblicato il 8 / 6 / 2021

Articoli simili