Il vaccino dei giovanissimi

Fino ad ora la campagna vaccinale ligure ha dato ottimi frutti,   la popolazione ha aderito con entusiasmo.

La Liguria è pronta per somministrare la terza dose di vaccino ai soggetti immunocompromessi, e a tutte le categorie di cittadini che indicherà il Ministero della Salute e la struttura commissariale.

L'ultimo dato trasmesso da Regione Liguria conferma che è stato superato  superato il 70% della prima e della seconda dose sulla platea degli over 12.

Inoltre, nel 2021 500 pazienti trattati con anticorpi monoclonali in tutta la regione con oltre 220 solo al Policlinico San Martino. Dopo il vaccino i monoclonali rappresentano la seconda rete di protezione per evitare ricoveri e terapia intensiva. 
Dall’ultimo report settimanale sui vaccini della Presidenza del Consiglio dei Ministri la Liguria risulta sopra la media nazionale per la somministrazione della prima dose di vaccino agli ultra 80enni con il 94,16% contro una media del 92,16%; sopra la media, per la somministrazione della prima dose di vaccino, anche nella categoria tra i 70 e i 79 anni in cui la Liguria si colloca a 86,46% contro l’86,05%, bene anche nella fascia tra i 60 e i 69 anni con il 78,93% contro il 78,60% di media nazionale; e anche nella fascia 50-59 la Liguria risulta in avanti con il 76,03% contro il 74,94%. Buona la somministrazione anche tra il personale sanitario: in Liguria sono stati vaccinati con la prima dose il 97,22% del personale sanitario contro una media nazionale del 93,84%, molto bene anche il personale scolastico con il 90,50% di vaccinati in Liguria con la prima dose contro una media nazionale dell’89,40%.
 

AP



Pubblicato il 14 / 9 / 2021

Articoli simili