Sampdoria-Sassuolo, gli ultimi dubbi di Giampaolo

Ultima seduta di allenamento a porte aperte per la Sampdoria. Giampaolo sta valutando alcuni segnali dai suoi giocatori per sciogliere gli ultimi dubbi di formazione in vista della sfida di domenica contro il Sassuolo. Il portiere Emiliano  Viviano non ce la fa. Il numero 2 blucerchiato è ancora alle prese con il proprio iter riabilitativo e difficilmente potrà indossare nuovamente i guantoni domenica.fake rolex L'altro grande dubbio riguarda le condizioni di luis Muriel. Il colombiano è tornato solo oggi a Genova dopo gli impegni con la sua nazionale e il tecnico dovrà valutare attentamente se farlo scendere in campo da titolare contro il sassuolo e se concedergli un turno di riposo. Il colombiano in nazionale, non ha giocato nell'ultima sfida contro l'argentina, quindi la stanchezza per  lui potrebbe derivare solamente dal volo intercontinentale. A centrocampo Dennis Praet scalpita. Il belga sta lavorando duramente a Bogliasco e le sua voglia di mettersi in mostra non è passata inosservata agli occhi di Marco Giampaolo. Il più affaticato dei centrocampisti blucerchiati è Karol Linetty, impegnato con la Polonia in nazionale ma rientrato comunque in anticipo a genova già martedì. Con Praet in campo al posto del polacco, la Samp avrebbe un maggiore potenziale offensivo a discapito di una minore copertura in fase difensiva. Domenica a Marassi sarà un duello a distanza anche tra Giampaolo e Di Francesco. Due tecnici per certi versi motlo simili. Entrambi abruzzesi, amano i progetti a lungo termini e soprattutto puntano tutto il proprio operato sulla valorizzazione dei giovani. Curioso come fu   proprio Giampaolo ai tempi di Cremona a lanciare nel grande Calcio Federico Di Francesco, figlio dell'attuale tecnico del Sassuolo.replicas relojes Oggi Di francesco jr gioca nel  Bologna e nella anzionale under 21. Insomma una bella sfida anche fra i due tecnici, ma in palio ci sono soprattutto i tre punti che a questo punto del campionato significherebbero un bel balzo avanti in classifica.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 1 / 12 / 2016